Semrush vs SEOZoom: differenze, funzionalità e consigli su quale scegliere

Semrush o SEOZoom? Quale strumento è meglio per fare SEO? Scopri le differenze, le caratteristiche, le funzionalità e tutti i consigli utili per decidere quale dei due scegliere.
Indice

Se ti occupi di SEO, lavori nel digital marketing o ti occupi personalmente della visibilità online della tua azienda, ti sarai già certamente imbattuto nella scelta dello strumento più adatto per la ricerca di parole chiave, l’analisi dei siti dei tuoi competitor e la stesura dei tuoi contenuti.

Tra i più in voga troviamo sicuramente Semrush, di cui abbiamo anche scritto anche un approfondimento sule sue incredibili funzionalità, ma esistono anche delle alternative molto valide, tra cui l’italianissimo SEOZoom.

Funzionalità, prezzo e non solo differenziano questi due ottimi strumenti e non sempre è facile scegliere tra i due quello che sarà maggiormente adatto alle tue esigenze, a meno di acquistare l’abbonamento per entrambi e iniziare ad utilizzarli ogni giorno per decidere tu stesso.

Avendoli testati ed utilizzati entrambi, abbiamo quindi deciso di provare ad aiutarti nella tua decisione e per questo motivo nelle prossime righe di questo articolo cercheremo di approfondire la questione, vedendo nel dettaglio quali sono le funzionalità dei due tool e alcune considerazioni che potresti sfruttare a tuo favore per fare la scelta migliore.

Prima di addentrarci nel confronto tra Semrush e SEOZoom, vogliamo ricordarti che tutti i lettori di Ultimate Tools possono approfittare di una prova gratuita su entrambi questi fantastici strumenti.

Cliccando i rispettivi link potrai ottenere subito 14 giorni gratis su Semrush e 15 giorni gratis su SEOZoom (utilizzando il codice ultimatetools).

Semrush: funzionalità e caratteristiche principali 

Semrush tool SEO

Semrush è una suite americana molto conosciuta e utilizzata dai digital marketer di tutto il mondo. Al suo interno non trovi solamente i classici strumenti per la ricerca di keyword, ma una serie di funzionalità che saranno in grado di semplificare moltissime dei tuoi task giornaliere sia se fai SEO che se ti occupi di altri aspetti del digital marketing.

Partendo dalle funzioni essenziali per un SEO, hai a disposizione una sezione denominata Analisi della Concorrenza, dove potrai analizzare sia il tuo dominio che quello dei tuoi competitor, identificando pagine con maggior traffico, posizionamento delle keyword, oltre che i backlink.

Queste funzioni vengono anche analizzate nel dettaglio nel nostro articolo che ti spiega come fare una ricerca keyword con Semrush, dove vediamo anche insieme tutti gli strumenti che troverai nella sezione “Ricerca Keyword” del tool.

Proprio in questa sezione avrai modo di analizzare una singola keyword ed ottenere dati relativi alla sua KD%, cpc medio, numero di ricerche mensili e non solo. È presente anche il Keyword Magic Tool, strumento che ti aiuterà a trovare nuove parole chiave per cui creare contenuti per il tuo sito web e organizzarle poi nel Keyword Manager.

Proseguendo, è disponibile anche uno strumento molto efficace per l’analisi dei backlink del tuo sito e di quelli dei tuoi competitor. Oltre gli strumenti per l’analisi e il monitoraggio, molto interessante è il Link Building Tool che ti permette di semi automatizzare la ricerca di siti web per la creazione di guest post.

Andando alla fine della sezione dedicata alla SEO di Semrush troviamo il Site Audit, cioè lo strumento che ti permette di controllare ogni singola pagina di un sito per trovare errori e correggerli. Da qui potrai anche collegarti all’On Page SEO Checker, che ti aiuterà di ottimizzare i tuoi contenuti per posizionarti al meglio su Google.

Infine, c’è anche la canonica sezione per la gestione e il monitoraggio dei tuoi progetti, in modo da avere sempre tutto sotto controllo in un unico cruscotto tutto ciò che ti serve sapere sui tuoi siti web (o eventualmente anche su quelli dei tuoi competitor).

Pensi sia finita qui vero? La realtà è ben diversa, in quanto, come preannunciato, Semrush è una vera e propria suite che ti aiuta in ogni aspetto del tuo lavoro.

Troverai anche una sezione appositamente dedicata alla creazione dei tuoi contenuti editoriali: dalla ricerca degli argomenti all’analisi dei tuoi competitor diretti in SERP, per poi trovare le idee per il tuo articolo, realizzare il brief e darlo così al tuo copywriter o sfruttare direttamente il SEO Writing Assistant per scrivere personalmente il tuo contenuto ottimizzato.

Se desideri approfondire la questione, ti consiglio anche di dare un’occhiata a questo nostro articolo molto interessante dove troverai tutti i passaggi da seguire per creare un contenuto ottimizzato per la SEO con Semrush: una vera e propria guida da seguire passo per passo che non dovresti perderti.

Anche sugli strumenti per la SEO locale Semrush si fa trovare preparato, con il suo Listing Management che ti permette di diffondere i dati della tua scheda su diversi aggregatori e piattaforme, da Google My Business fino ad altri sistemi di navigazione, Maps, social media e non solo. Da qui sarà anche possibile gestire le risposte alle recensioni e avere una heatmap di come compare la tua attività su diverse zone a livello locale.

Non dobbiamo dimenticarci gli strumenti per l’organizzazione delle parole chiave per gli annunci su Google Ads (PPC Keyword Tool, che dispone anche di alcune funzioni automatiche molto interessanti), della sezione relativa ai Social Media che ti permette di gestire le inserzioni e i post dei tuoi account, oltre che Trends, con il suo Market Explorer e Traffic Analytics per eseguire ricerche di mercato e scoprire tutto sui tuoi concorrenti.

Insomma, Semrush è una suite davvero completa, perfetta non solo per chi fa SEO, ma anche per tutti i professionisti che operano in altri settori del digital marketing, dai social media all’advertising. 

SEOZoom: funzionalità e caratteristiche principali

SEOZoom tool SEO

Tra le migliori alternative a Semrush troviamo sicuramente SEOZoom, tool nato in Italia nel 2015 dall’idea di Ivano Di Blasi.

La suite è quindi totalmente in lingua italiana ed è una delle più gettonate da chi si occupa di SEO nel nostro Paese.

Notiamo moltissime funzionalità simili a Semrush, con alcune piccole peculiarità che differenziano questa suite dal colosso statunitense. 

Partiamo dalla differenza principale: mentre Semrush ha un database di keyword a livello internazionale (compresa la lingua italiana) molto vasto, SEOZoom invece si concentra sulle parole chiave nella nostra lingua. Questo significa che il database in italiano di SEOZoom è leggermente più accurato e vasto rispetto a quello di Semrush, anche se, al contrario, potresti fare fatica se operi in lingua straniera.

La ricerca delle parole chiave è abbastanza paragonabile se parliamo di mercato italiano: è possibile cercare parole chiave con diversi tipi di corrispondenza partendo da un termine con Keyword Infinity, analizzare le domande degli utenti più comuni con Question Explorer, trovare idee dai tuoi competitor per la realizzazione dei contenuti tramite il Topic Explorer e salvare le liste di keyword nel tuo progetto dedicato.

Da qui potrai poi sfruttare le tue ricerche all’interno del Gestore del Piano Editoriale, in modo da calendarizzare anche le task e scrivere i contenuti tramite l’Assistente Editoriale, molto simile al Writing Assistant di Semrush.

Se prima abbiamo parlato di Site Audit, qui il termine usato è SEO Spider, ma il funzionamento è il medesimo. Puoi sfruttare il crawler di SEOZoom per analizzare il tuo sito web, trovare errori tecnici di ogni tipo e correggerli per migliorarne il posizionamento in SERP.

Molto interessante la presentazione dello strumento di analisi, che ti permette di confrontare due domini, fino a 50 singoli url o avere anche direttamente la lista di keyword utilizzata dai tuoi competitor. In Semrush potresti fare tutto questo con un’organizzazione leggermente differente all’interno dell’Analisi della Concorrenza.

La faccenda diventa ancora più interessante nella sezione delle SEO Utility, dove è possibile analizzare e monitorare in blocco una lista di domini, keyword, url e capire come si posizionano.

Le funzioni terminano qui: sebbene l’interfaccia per l’utente italiano possa sembrare leggermente più semplice ed intuitiva, non troviamo altre soluzioni per ulteriori task di un digital marketer oltre l’ottimizzazione per i motori di ricerca.

Semrush o SEOZoom: quale è meglio?

A questo punto potresti esserti fatto la tua idea, ma vogliamo mettere sotto la lente di ingrandimento alcuni concetti che ti aiuteranno ancor di più a fare la scelta migliore.

Da una parte Semrush è senza dubbio uno strumento molto più completo, grazie alla serie di funzionalità a cui abbiamo accennato in precedenza. È disponibile in lingua italiana (anche se le traduzioni lasciano leggermente a desiderare) ed è uno degli strumenti maggiormente utilizzati dai professionisti del digital marketing di tutto il mondo.

Sicuramente le funzionalità e gli strumenti di analisi sono leggermente più accurati e approfonditi, non solo per quanto riguarda il mercato italiano, ma anche quello dei vari paesi del mondo.

Il contro è il fattore prezzo: il piano di partenza è denominato Pro e ha il costo di 129,95 $ mensili. Al suo interno sono inclusi 5 progetti da monitorare, 500 keyword da poter tracciare giornalmente e fino 10.000 risultati in ogni report. 

Se lavori come professionista e hai un buon pacchetto clienti è suggerito quindi l’abbonamento Guru, proposto a 249,95 $ mensili. Qui i limiti sono decisamente più alti (fino a 15 progetti monitorabili) e hai anche a disposizione dati storici relativi a domini ed analisi della concorrenza, oltre che la piattaforma di content marketing.

Dall’altra parte troviamo SEOZoom, strumento che performa molto bene se hai bisogno solamente di un tool per fare SEO in lingua italiana. Anche SEOZoom viene usato molto nel nostro Paese dai professionisti SEO, specialmente grazie alla sua precisione e accuratezza del database keyword in lingua italiana.

Gli strumenti per chi fa SEO di SEOZoom sono molto simili a quelli di Semrush, forse con qualche piccola funzionalità in meno, anche se si tratta comunque sempre di una suite professionale di altissimo livello. La nota positiva in questo caso è il prezzo: SEOZoom è molto più economico, viene emessa fattura elettronica direttamente nel tuo cassetto fiscale e non è necessaria la conversione Euro – Dollaro per capire nello specifico quanto spenderai.

Il prezzo, come anticipato, è notevolmente inferiore: il piano di partenza in abbonamento mensile viene proposto a 59 € + IVA ed è perfetto per chi si affaccia alla SEO, con 2 progetti monitorabili.

Se invece sei un professionista, la buona notizia è che il piano Professional, simile a Guru di Semrush (5 progetti monitorabili in meno) vien proposto a soli 79 € + IVA al mese, mentre se i progetti su cui lavori sono di più, potrai scegliere il piano Business da 169 € + IVA mensili. Qui sono inclusi 60 progetti da monitorare, 6.000 keyword tracciabili e 2.000 pagine scansionabili mensilmente.

La valutazione finale tra i due strumenti è quindi soggettiva e dipende da quali sono le tue esigenze. Se lavori come professionista nel marketing digitale, fai SEO, sia in lingua italiana che sul mercato internazionale, e hai bisogno anche di altri strumenti per il PPC, social media o Local SEO, Semrush è sicuramente una buona soluzione, sebbene abbia un costo considerevole.

Per chi invece lavora solamente come SEO sul mercato italiano e ha bisogno di una suite con tutte le funzionalità avanzate che gli permettano di svolgere un ottimo lavoro, senza alcun tipo di limitazione, SEOZoom si colloca come una delle migliori alternative, specialmente a fronte del prezzo degli abbonamenti mensili molto competitivi.

A questo punto non ti resta che testarli entrambi, magari sfruttando le prove gratuite disponibili sia su Semrush ( a questo link) che su SEOZoom (a questo link, utilizzando il codice ultimatetools) per capire nello specifico quanto siano facili da utilizzare per te e come possano essere realmente utili al tuo progetto web, per poi decidere quale sarà il tuo fedele compagno di avventure che ogni giorno ti affiancherà nelle tue task. 

Se scegli di acquistare uno dei prodotti/servizi consigliati, aiuterai UT a crescere ed offrire un servizio gratuito. Alcuni dei link presenti in questo articolo infatti, generano commissioni in seguito all’acquisto del prodotto. *

 
 
 
 
 
 
Picture of Valerio Tesi

Valerio Tesi

Freelance specializzato in copywriting, SEO on page e off-page, grande appassionato di marketing, advertising e automation. Ama studiare ed evolvere il suo pensiero per riuscire a trovare le migliori soluzioni possibili per sviluppare strategie digitali che portino traffico e vendite ai siti web.

Condividi l'articolo!

Ultimate Tools

La newsletter dei tools di Digital Marketing
Iscriviti alla newsletter per scoprire ogni settimana nuovi strumenti di online marketing

info@ultimatetools.eu

© 2021 Tutti i Diritti Riservati – Ultimate Tools

La newsletter
dei tools
di Digital Marketing

Una volta a settimana. Gratis.